Versione italianaenglish version

A Villa Signorini gli Stati Generali del Turismo, della Cultura e dell’Innovazione

A Villa Signorini gli Stati Generali del Turismo, della Cultura e dell’Innovazione

Sostenibilità ambientale e culturale, innovazione tecnologica, rivoluzione digitale: riparte da queste
tematiche il Consorzio Costa del Vesuvio, pronto a fare proprie le parole chiave del Piano strategico
del turismo 2017-2022, lanciando una proposta di Turismo 4.0 attraverso le voci di imprese, start up,
professionisti dell’Incoming.
Gli Stati Generali del Turismo, della Cultura e dell’Innovazione vedranno un confronto a più voci in
un tavolo convocato nel pomeriggio di venerdì 15 giugno presso la settecentesca Villa Signorini ad
Ercolano, al quale aderiscono autorità istituzionali e operatori del settore che in Italia vale 171 miliardi
di euro, pari all’11,8% del Pil e al 12,8% degli occupati. “Il piano ha l’obiettivo di diversificare ed innovare l’offerta turistica della Costa del Vesuvio mettendo in rete le eccellenze – spiega il Presidente del Consorzio Angelo Pica – e promuovendo modelli di governance in grado di affrontare efficacemente le nuove sfide del turismo sostenibile”.
Gli strumenti della rivoluzione digitale, gli incentivi alla creazione di nuove industrie creative e
culturali, nuova occupazione giovanile: tra le proposte in atto anche la diversificazione delle mete
turistiche per orientare i flussi turistici verso territori ricchi di potenzialità ancora inespresse, ridurre
il congestionamento, promuovere la sostenibilità.
“Vogliamo rivalutare la Costa del Vesuvio come grande porta d’accesso alla Campania della cultura
– afferma il Vice Presidente Corrado Sorbo – dal sistema dei Siti UNESCO attraverso la loro
connessione, fino alla comunicazione e promozione adeguata di attrattori enogastronomici”.

La rivoluzione digitale per l’internazionalizzazione della destinazione e l’aumento della permanenza,
gli obiettivi da raggiungere grazie ad un’offerta turistica integrata che sappia valorizzare il territorio,
anticipando e intercettando i bisogni, rigenerando i luoghi e i centri storici, per finire con un grande
sogno: “Conquistare nei prossimi anni una bandiera blu e per promuovere la risorsa mare – conclude
l’Amministratore Delegato del Consorzio Costa del Vesuvio, Luca Coppola – ancora poco sfruttata
nel nostro splendido territorio della Costa del Vesuvio”.