English versionenglish version

Villa Favorita: tavolo tecnico per restauro e utilizzo culturale

Villa Favorita: tavolo tecnico per restauro e utilizzo culturale

Oltre duemila cittadini hanno firmato in difesa di Villa Favorita. La villa storica di proprietà statale che si trova nel territorio di Ercolano, è stata oggetto di un crollo che ha interessato un fabbricato costruito in epoca ottocentesca. Erano anni che associazioni e semplici cittadini ponevano l’accento sulle gravi condizioni generali dell’intera villa. Condizioni aggravatesi con l’abbandono anni addietro del corpo degli agenti di custodia. Promossa dal consorzio Costa del Vesuvio e dalla Pro loco di Ercolano, ospitata su una piattaforma informatica, attualmente ha fatto registrare oltre duemila firmatari che chiedono al ministro Dario Franceschini di mettere in campo tutte le misure per mettere in sicurezza lo stabile storico e per dargli una destinazione. Proprio su questa si incentra l’azione di Costa del Vesuvio che tramite il suo presidente, Angelo Pica, fa varie ipotesi. “Un palazzo del settecento bello come La Favorita non può che essere volano per la cultura ed il turismo del territorio”, ha detto. Dello stesso avviso l’Ad Luca Coppola, che ipotizza un tavolo tecnico con il sindaco di Ercolano, Ciro Bonaiuto. “Sicuramente l’ente locale è uno degli interlocutori privilegiati, oltre naturalmente alle realtà associative territoriali, del ministero e dei tecnici che devono dare delle risposte in termini di risorse e di restauro statico e funzionale”. Previsti ulteriori sviluppi nei prossimi giorni.

a cura di M.T.

Share Button